lunedì 21 febbraio 2011

Verona Half-Marathon

1 h 29’ 54” non è un gran tempo e per quanto mi riguarda si colloca in sesta o settima posizione tra le mezze maratone disputate in questi quattro anni e mezzo di corsa. Però, a differenza di altre occasioni, in questa circostanza sono soddisfatto in quanto dopo tanto tempo ho terminato i 21 Km senza problemi fisici correndo e divertendomi in una bella città con un percorso più che gradevole.Venivo da un periodo costellato da numerosi infortuni, il tutto era iniziato alla fine di Ottobre con uno stiramento al polpaccio sinistro poi, un mese dopo è toccato a quello destro ed infine, ciliegina sulla torta, all’inizio di Gennaio una caduta in bici con la frattura di una costola mi aveva costretto a fermarmi con la corsa per altri 10 giorni. Solo da un mese a questa parte sto riuscendo ad allenarmi con continuità in vista dell’obiettivo stagionale del quale parlerò prossimamente, non si tratta di nulla di particolarmente complicato ma necessita di un particolare adattamento per chi, come il sottoscritto, ha iniziato a nuotare (parola grossa) solamente da due mesi. Va bè, avete già capito di cosa si tratta. A presto.

20 commenti:

  1. visto il tuo "curriculum" meglio che niente. finire senza problemi fisici vale, forse, più di ogni riscontro cronometrico

    RispondiElimina
  2. Sento odore di triatheta... ;-)

    RispondiElimina
  3. A parte i complimenti per la mezza... vuoi esordire in uno sprint? Dove?????

    RispondiElimina
  4. @ nino : d'accordo al 100%

    @ Fatdaddy : prima di definirmi triatleta ce ne vuole ...

    @ Bellabigo : 1° Maggio a Provaglio d'Iseo (BS), vediamo se ce la faccio !

    RispondiElimina
  5. Esordio in acque libere???? Sei un grande!!!! Forza Rocha!!!!

    RispondiElimina
  6. No no che acque libere ... nonostante il lago sia molto vicino il nuoto è in piscina :-) Mica voglio annegare, ci terrei a fare anche bici e corsa ;-)

    RispondiElimina
  7. Ah-Ah! Un altro multi-atleta!
    Bene dai, adesso che sei riuscito a riprendere tutto quel che viene è oro, hai tempo a migliorare il tempo di VR. Ti rispondo qua alla domanda che mi hai posto sul mio blog, la Lago Maggiore te la consiglio vivamente per organizzazione e percorso!

    RispondiElimina
  8. E' sempre sotto al muro dei 90 quindi : eccellenza.
    Certo puoi far meglio, ma non essere sempre al top è cosa da amatori ...per il resto ci sono i Top Runner.

    RispondiElimina
  9. @ Bellabigo : adesso mi spieghi perchè dici "meglio così" ;-)

    @ Franchino : grazie, hai proprio ragione.

    @ Tosto : :-)

    @ GIAN CARLO : hai ragione, bisogna sapersi accontentare !

    RispondiElimina
  10. La mezza secondo me è ottima...!!! caspita tutte quelle pause fanno scendere di forma parecchio e la frattura di uan costola non è uno scherzo! In bocca al lupo per la nuova tridisciplina :) ciao!!

    RispondiElimina
  11. Finalmente ti leggo "positivo": è il miglior modo per traguardare nuovi obiettivi, ambiziosi e suggestivi.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  12. @ Davide R : a parte le prime due settimane poi per fortuna il dolore si è attenuato ed ora lo sento veramente poco !

    @ Ale57 : Grazie, avere un nuovo obiettivo da raggiungere non fa altro che aumentare ancor di più il divertimento nel fare sport :-)

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. sei poi riuscito a leggere "acido lattico" ?
    ..le interessa il triathlon ?
    lo detesto. Non riesco a capire come si possa pretendere di praticare decentemente 3 sport.
    Per me praticarne uno è già un inferno.
    O è mania di onnipotenza, o pressapochismo.
    ciao
    Biondox

    RispondiElimina
  15. @ Alexxxandro : ciao Biondox, "acido lattico" non l'ho ancora letto, per quanto riguarda il triathlon forse hai ragione o forse no però quando un tarlo si insinua nella mia mente devo provarci altrimenti rimarrò sempre con il rimpianto ...

    RispondiElimina
  16. la mia era solo una citazione da acido lattico, se sapessi nuotare ci proverei anch'io ( visto che uno mi viene male, tanto vale farne 3 :)

    RispondiElimina
  17. @ alexxxandro : anch'io fino alla fine di Novembre non sapevo nuotare e non posso certo dire di esserne capace ora. Però, se una cosa la vuoi veramente, gli ostacoli sembrano più bassi e li superi più facilmente. Detto questo, spero di non annegare al primo triathlon ;-)

    RispondiElimina
  18. Bravo Rocha: questo è lo spirito giusto!!!

    Come disse Machiavelli: "Dove c'è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà"

    RispondiElimina